Le cose che impari ad odiare vivendo a Berlino

Parti da casa con le valigie e con la mente libera da qualsiasi forma di pensiero maligno, rimani concentrato su te stesso e sul  percorso che dovrai cercare di costruire giorno dopo giorno. Lontano da casa, amici parenti e genitori. Niente passa perla testa, tranne i propri obbiettivi e le idee per mettersi in moto. Però, purtroppo, vivendo in una grande città come Berlino, basta poco tempo che ci si ritrova impantanati nel ritmo di vita degno di tale città. Autobus, metro, tram e chi più ne ha più ne metta, aiutano a muoversi con una tale facilità che se qualcosa va minimamente storto, ci ritroviamo a maledire chiunque, anch’esso sia il Papa in persona, la rabbia e l’odio salgono alla testa e ci trasformano in esseri facilmente irritabili e di conseguenza sarà un gioco da ragazzi odiare tutto e tutti.

Autobus. E’ tutto programmato, scendi, ricorda le chiavi e vai alla fermata ad aspettare. Speri tanto che sia in orario perché altrimenti rischi di perdere le solite 30mila coincidenze per arrivare a lavoro. Vedi il bus in lontananza che si avvicina e quasi come per sollievo sfoderi l’abbonamento dalla tasca per mostrarlo al conducente. Sali, prendi posto e proprio mentre ti metti comodo, possono salire due categorie di passeggeri: quelli che non hanno il biglietto e quelli che devono solamente chiedere informazioni. Punto numero uno. Siamo nel 2014, ma che cazzo, fatti un abbonamento, posso permettermelo io che sono quasi un barbone! Niente non c’è storia, in venti in coda fuori dal bus per fare il biglietto, intanto tu hai già perso tutte le tue coincidenze, Pasqua, Natale e S.Stefano compresi e se ti va di culo forse, e dico forse, per Capodanno sei libero, merda! Punto numero due, gli smarriti, quelli che chiedono informazione al conducente. Ti viene difficile realizzare che sta guidando e forse non ha tempo per dispensare consigli sulla viabilità? Anche in questo caso, causa persa, perché non chiedono solamente se l’autobus in questione è diretto da qualche parte, no no no, fanno domande del tipo: Come arrivo a Norimberga prendendo un’auto a noleggio passando da strade secondarie spendendo meno di 10 euro per benzina e sosta all’autogrill? E con questa cancello il forse sul Capodanno, perso anche questo.

Pista Ciclabile. Magari quando vivevi in Italia non avevi la buona abitudine di usare la bicicletta, ma qui in qualche maniera si impara ad usarla nel vero senso della parola. Diventa necessaria per potersi spostare all’aria aperta e soprattutto il fine settimana. Le piste ciclabili sono al pari delle strade stesse, dotate di segnaletica e semafori, un vero paradiso del ciclista. Ora qui voglio chiedere:perché se non stai nel mezzo alla carreggiata della strada riservata alle auto, devi stare nel mezzo a quella delle biciclette? La segnaletica mi pare molto chiara, perché se a te sembra in geroglifico possiamo chiedere al comune di renderla più comprensibile. Non è per niente difficile, togliti dalla palle, c’è un marciapiede riservato a te, non rompere i coglioni! Non si sposterà mai.

Le scale mobili. Scendi di fretta dalla Ubahn ed imbocchi le scale mobili per uscire dalla stazione, ma qualche simpatico stronzetto o stronzetta che sia, si piazza come una scopa al muro sulla parte sinistra delle scale, quella riservata a chi vuole salirle senza farsi trasportare. Lui sta li, parla con l’amico che evidentemente è più coglione di lui, perché ti vede che vuoi passare, ma se ne sbatte altamente le palle e non avverte l’altro. Chiedi scusa, permesso e alla fine riesci a passare, con tanto di commento da parte del signorino che è stato scomodato. Vivi a Berlino da mille anni e devo dirti io come salire le scale? Forse si.

Lo giuro, non sono cattivo, anzi, sono molto paziente. Però purtroppo questo spirito di vita berlinese è riuscito a modificarmi leggermente. Purtroppo non posso fare niente in merito. Non ci credete? Provare per credere.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s